Skip to content

Fare chiarezza su Viale Lombardia: un’interpellanza di Sinistra e PD

28 maggio 2010

In data 27 aprile 2009, il presidente della Commissione di Vigilanza con funzioni di garanzia e controllo ha presentato al Consiglio Comunale la relazione finale sui lavori di sistemazione di Viale Lombardia.

Tale relazione, approvata all’unanimità dalla Commissione di Vigilanza,  ha evidenziato alcune problematicità relative:

  • alle piste ciclabili e alla loro declassazione;
  • alla relazione tecnica presentata dai responsabili di Immobiliare Nuova Venegoni, riportante che la variante è stata eseguita a seguito di esigenze locali di alcuni residenti e/o di accordi con l’Amministrazione Comunale, mentre non risulta alcuna evidenza documentale di richieste in tal senso dell’Amministrazione e mentre la convenzione fra Amministrazione Comunale e Immobiliare Nuova Venegoni prevedeva che le richieste potessero provenire esclusivamente dall’Amministrazione Comunale e non da altri soggetti. Ciò potrebbe presentarsi come difformità rispetto al dettato della Convenzione;
  • alla Conferenza interna dei Servizi del 22/05/2007 che approvava la variante presentata in data 11/05/2007, segnalando la mancanza di documentazione circa la motivazione di presentazione di altre tavole e della relazione tecnica in variante  del 24 e 25/05/2007, con i lavori già in stato avanzato alla fine di aprile 2007 (come evidente da articoli e documentazioni fotografiche della stampa locale);
  • al verbale di collaudo dove vengono citati documenti che riportano la presenza di piste ciclabili e di spartitraffico centrale con aiuole, spartitraffico in realtà realizzato con new jersey di divisione;
  • all’assenza della parte mobile di spartitraffico prevista dal progetto.

La relazione approvata da tutti i commissari terminava definendo le modifiche del progetto iniziale di Viale Lombardia non già una variante in corso d’opera ma una vera e propria sanatoria sui generis.

Nel corso del dibattito consiliare, come si può evincere dai verbali, i diversi consiglieri intervenuti (consigliere Lamberti, consigliere Ramponi, consigliera Colombo, consigliere Ciampoli Matteo, consigliere Magarò) hanno richiesto all’Amministrazione Comunale una verifica e un approfondimento delle problematicità e carenze rilevate.

Lo stesso Presidente del Consiglio era intervenuto per assicurare un approfondimento delle questioni poste, in nome della massima trasparenza.

In data 19 ottobre 2009 la Commissione di Vigilanza, nuovamente all’unanimità, confermava gli aspetti evidenziati dalla propria relazione, ribadendo le anomalie e incongruenze dell’iter amministrativo. Ribadiva di avere adempiuto ai proprie funzioni in base al Regolamento del Consiglio Comunale, demandando le eventuali determinazioni al Sindaco, al Presidente del Consiglio comunale, al Segretario Comunale.

A distanza di oltre un anno dal dibattito consiliare, nessuna comunicazione al riguardo è giunta al Consiglio Comunale.

 Con la presente interpellanza siamo quindi a chiedere se l’Amministrazione Comunale ha provveduto a compiere ulteriori approfondimenti, il risultato di tali atti, le eventuali determinazioni assunte.

Cinzia Colombo (Sinistra per Gallarate – SEL) – Marco Casillo (PD)

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: