Skip to content

Centro rifiuti a Sciarè: Ricicleco e Provincia facciano chiarezza

18 luglio 2012

La Ricicleco Srl è la società che gestisce l’impianto di riciclaggio dei rifiuti provenienti dalla manutenzione del verde pubblico e privato situato sul confine fra Gallarate e Cassano Magnago, nella zona di Sciaré. Su un’area oggi di 12.810 metri quadrati, raccoglie 26.000 tonnellate annue di verde, 8.000 delle quali destinate al compostaggio e 18.000 alla triturazione e vagliatura.

A settembre 2011 ha depositato una richiesta di “valutazione di assoggettabilità alla VIA regionale”, su cui ha competenza la Provincia di Varese, presentando un progetto di ampliamento del centro esistente per potere incrementare la quantità dei rifiuti da trattare, inserendo una nuova linea di trattamento della FORSU, cioè la frazione organica dei rifiuti solidi urbani.  Un progetto che mira a gestire circa 37.000 t/a (tonnellate/anno) di rifiuti organici, circa il 70% della quantità complessivamente prodotta in provincia di Varese, col fine di produrre compost e, col biogas che si genera nella decomposizione dei rifiuti organici, attivare una linea di cogenerazione che produca calore ed energia sopratutto ad uso interno. 

https://cinziacolombo.wordpress.com/2011/11/10/1428/

Poi è successo che l’AIPO, l’autorità di bacino del Po, ha eccepito (anche a seguito, io credo, di alcune sollecitazioni, anche del comune di Gallarate, a valutare con attenzione la pratica) sul fatto che il centro sia in fascia di esondazione https://cinziacolombo.wordpress.com/2012/03/16/no-allampliamento-del-centro-rifiuti-di-sciare/

Ricicleco ha presentato delle integrazioni per convincere AIPO, senza, sembra, riuscirci.

E’ allora tornata in campo una richiesta del 2009, il cui iter era rimasto fermo a seguito della nuova istanza del 2011, che chiede di aumentare la quantità di verde trattabile per trasformarlo in compost. Dalle attuali 8.000 tonnellate a 14.000, senza ampliamenti strutturali del centro esistente. Qui la documentazione:

http://silvia.regione.lombardia.it/silvia/jsp/schede/schedaSintesi.jsf?idProcedura=020600000015&titolo=Verifiche%20elenco%20studi%20per%20l’anno%20%202010(Provincia%20di%20Varese)

La richiesta è in fase avanzata è già è stata decisa dalla Provincia la NON assoggettabilità alla VIA, la valutazione d’impatto ambientale. C’è da dire che l’allora amministrazione Mucci di Gallarate nulla fece per chiedere maggiori delucidazioni e nulla osservò. Incredibilmente.

Il 31 luglio prossimo è stata convocata dalla Provincia la Conferenza dei servizi per la valutazione conclusiva del progetto, in cui i comuni di Gallarate e Cassano dovranno esprimere il proprio parere (non vincolante ma certo importante per la decisione della Provincia).

Nel frattempo però Ricicleco sta anche cercando un’altra area, fuori dalla zona di esondazione, ma sempre nell’area verde di Sciaré, per portare avanti il progetto del 2011 che gestirebbe anche il trattamento della FORSU.

Lo ribadisco: serve fare la differenziata nella raccolta dei rifiuti (e ancora di più servirebbe ridurre la quantità di rifiuti prodotta) e servono anche dei centri dove ridare vita al rifiuto. E ciascuno deve fare la sua parte, Gallarate inclusa. Perché non è col NIMBY, col “si fatelo, ma non vicino a casa mia”, che si affronta la complicata questione dei rifiuti che tutti produciamo. Ma bisogna avere certezza della buona gestione e della compatibilità dei progetti con il resto del territorio.

Allora alcune domande che proporrò alla Conferenza dei servizi, chiedendo che si dia adeguata risposta prima di decidere alcunché. Altrimenti il parere sarà negativo.

1)      Quali sono le intenzioni, quale è la progettualità di Ricicleco: con la gestione dei rifiuti non si improvvisa e pare che invece Ricicleco vada a tentativi. Presenta un progetto per trattare più verde per farne compost, poi invece cambia idea e ne presenta un altro per trattare la FORSU, poi torna indietro alla proposta originaria dopo l’alt di AIPO ma nel contempo è alla ricerca di uno spazio per il progetto con la FORSU. Troppe idee, forse anche confuse.

2)      Nel quasi raddoppiare la quantità di verde da trattare presso il centro di Sciaré non si è minimamente considerato l’aumento di traffico per e dal centro rifiuti. Nella documentazione, poiché la strada di accesso è una strada locale (via dei Valletti) si è addirittura attribuito valore zero (cioè senza impatto) l’aumento di traffico che ci sarà. Come se i mezzi arrivassero fino a via dei Valletti col teletrasporto anziché attraversare le strade del quartiere. Questo impatto va analizzato ed eventualmente mitigato.

3)      La documentazione afferma che se i rifiuti sono ben gestiti, gli odori non si manifestano. Può essere. Certo è che il Comune ha ricevuto negli anni varie segnalazioni di residenti della zona (fino a Viale Milano) per la presenza di odori molesti. Che uguali lamentele vengono dagli abitanti della vicina Cassano Magnago: ce lo hanno detto all’assemblea pubblica sul tema fatta a Sciaré il primo febbraio 2012 (https://cinziacolombo.wordpress.com/2012/01/25/assemblea-pubblica-nuovo-centro-rifiuti/ )

Certo è che l’ARPA ha segnalato negli anni diverse infrazioni alle regole imposte dall’autorizzazione. Certo è che la Provincia ha più volte diffidato la proprietà a ottemperare agli obblighi previsti nell’autorizzazione. Ricicleco propone un monitoraggio annuale dei valori di emissione sulla superficie dei cumoli di rifiuti per arrivare al compost e l’installazione di una centralina meteo che misuri velocità e direzione del vento, temperatura, umidità, pressione atmosferica, precipitazioni, radiazione solare per potere concentrare le operazioni ad alto potenziale odorigeno nelle situazioni più favorevoli. Bene, ma quali certezze intendono darci, all’amministrazione e ai cittadini del quartiere, di una corretta gestione? Che le norme e le procedure verranno rispettate, sempre, senza bisogno di lamentele e verifiche di ARPA?

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: