Skip to content

io ci sarò. Oggi in piazza Libertà. Per l’acqua pubblica #davvero

26 gennaio 2013

Io oggi ci sarò. Anche oggi.

http://www.selgallarate.it/?event=gazebo-x-acqua-pubblica

 

Pubblicazione ACQUANel giugno 2011 i referendum per l’acqua pubblica hanno vinto dopo una campagna elettorale che ha visto la partecipazione di tanti cittadini.  Una vittoria costruita nel tempo, con una diffusione progressiva delle competenze e della consapevolezza di cosa significa privatizzare beni essenziali per la vita. Così l’acqua ha smesso di essere merce per diventare davvero bene comune. Anche se il governo Berlusconi prima e quello Monti hanno provato a cancellare l’esito referendario. Fermati (almeno in parte) da una sentenza della Corte Costituzionale e dall’impegno di chi non ha smesso, anche dopo i referendum, di informarsi e informare.

I partiti del centrosinistra parteciparono alla campagna per i sì ai 2 referendum sull’acqua, sull’onda anche dell’entusiasmo di importanti vittorie amministrative, fra cui Gallarate.  Certo qualcuno si mosse in ritardo, ma comunque si mosse in tempo per aiutare a vincere i referendum. Che l’alleanza di centrosinistra si chiami Italia Bene Comune segna in modo chiaro la rilevanza che nel dibattito sociale i beni comuni hanno assunto.

Ora la politica non può limitari alle parole. Non può limitarsi a invocare la difesa dell’acqua pubblica. A fianco dei comitati acqua bene comune, può, possiamo proteggerla nei fatti. Adesso e negli anni a venire.

In provincia di Varese la difesa concreta dell’acqua pubblica passa dalla scelta della gestione dell’ATO provinciale. Passa dallo stare con una gestione pubblica (l’azienda speciale) anziché con una gestione privata o privatizzabile (la società di capitali) come vuole Dario Galli, presidente leghista della Provincia. Passa dallo stare con una gestione trasparente e partecipata anziché con un consiglio d’amministrazione.

SEL è impegnata nella società e nelle istituzioni, nelle maggioranze e dall’opposizione perché si scelga una gestione pubblica. Anche a Gallarate, dove è impegnata a convincere le altre forze politiche della maggioranza della necessità di questa scelta, a convincere PD e IDV, che sostennero i referendum, a rispettarne completamente l’esito. Così come diverse amministrazioni comunali stanno facendo, sostenendo l’azienda speciale. Amministrazioni per lo più, anche se non solo, di centrosinistra. Governate proprio dal PD. Con SEL.

Anche perché, dopo avere speso tanto tempo a raccogliere e certificare le firme perché i referendum si facessero, avere partecipato a iniziative e volantinaggi, avere cercato di convincere ogni persona che incontravo ad andare a votare, non vorrei avere speso quel tempo invano. I cittadini hanno deciso. Il loro/nostro voto va rispettato. Non è anche e soprattutto questa la democrazia?

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: