Skip to content

Variante generale al PGT. Partecipata.

13 ottobre 2013

Con sabato 19 ottobre avrà inizio il percorso partecipativo della variante al Piano di Governo del Territorio.
Abbiamo organizzato delle passeggiate (una in bicicletta nella zona industriale) per potere guardare alla città come è ora coi nostri cittadini, individuare le aree verdi e significative che sono da proteggere e le zone dismesse e degradate che sono invece da riprogettare.
Cammineremo in 6 luoghi che la variante che proponiamo vuole modificare in modo rilevante rispetto all’attuale PGT. Nella zona di Via Padova, dove la passata amministrazione previde un’insostenibile area logistica a ridosso di abitazioni, area che consuma suolo verde senza portare alcun beneficio alla città. Nell’area della SS336, dove si volevano costruire centinaia di migliaia di nuovi metri cubi e spostare la grande distribuzione e che questa amministrazione vuole invece tutelare come polmone verde della città, impedendo una completa conurbazione con Busto Arsizio. In via XXIV Maggio dove esistono due ambiti di trasformazione e in via Vespucci dove l’una di fronte all’altra (a pochi metri dal disastro del Fare) l’attuale PGT prevede la realizzazione di due medie distribuzioni (fino a 1000 metri quadrati). Al Monte Diviso, in alcune aree oggi indicate come ambiti di riqualificazione dove sono cedibili diversi metri cubi da costruire altrove, obbligando i proprietari a pagare l’IMU come se fossero terreni edificabili. Nelle aree dismesse della stazione, che secondo noi devono essere ridisegnate in modo che davvero sia possibile qui pensare, su aree già costruite e pericolosamente degradate, un futuro differente. Nella zona industriale, dove vengono indicate aree di espansione su spazi boscati.
E poi, dopo avere attraversato insieme la città, degli incontri più strutturati nei diversi quartieri: a Madonna in Campagna e a Cascinetta (dove l’aria per l’edilizia popolare è stata spostata – come si intende spostare quella a Cedrate, dove le case sarebbero state con vista elettrodotto, giacché l’area che l’attuale PGT indica ne è attraversata longitudinalmente). Un pomeriggio a Crenna, a Villa Delfina, dove ciascuno potrà venire a fare domande e proporre idee. Una serata dedicata alla mobilità sostenibile. E una mattinata in piazza. Proprio in piazza, perché proprio tutti e tutte abbiano la possibilità di conoscere, informarsi, partecipare consapevolmente.
E infine, un indirizzo e-mail dedicato, iopartecipopgt@comune.gallarate.va.it (con l’avvertenza che le indicazioni che arriveranno attraverso questo mezzo non avranno, comprensibilmente, il valore giuridico di vere e proprie osservazioni) perché anche chi non potrà partecipare direttamente alle iniziative abbia uno spazio, sebbene virtuale, per dire la sua.
Avevamo detto in campagna elettorale che avremmo sostanzialmente modificato il PGT, proteggendo le aree verdi ed evitando inutile consumo di suolo, preferendo edilizia convenzionata di modo che i prezzi delle abitazioni diventino accessibili, limitando il commercio di media e grande distribuzione salvaguardando così il commercio di vicinato, facendo più attenzione alle realtà produttive e quindi al lavoro presente in città (per scongiurare che aree oggi produttive vengano sacrificate alla speculazione edilizia). Avevamo detto che l’avremmo fatto costruendo possibilità partecipative vere dei cittadini. Ora lo stiamo facendo.

partecipazione PGT

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: