Skip to content

ACCAM dà i numeri

22 novembre 2014

Il Presidente di ACCAM dà i numeri e fa terrorismo psicologico. Fermare l’incenerimento dei rifiuti significa, a suo parere, chiudere Accam e lasciare un sacco di debiti ai comuni. Questo evidenzia tutta la debolezza delle idee di chi si ostina (per abitudine e/o interessi) a vedere solo la possibilità di bruciare i rifiuti. Esperienze di differenziata spinta, alternative all’incenerimento che producono materie prime secondarie da riutilizzare sono ormai presenti anche in Italia e con bacini di utenza simili a quelli di Accam. Sostenere che le buone pratiche si possono fare solo nei paesini è disinformazione o occultamento della realtà. Non avendo possibilità di ribattere all’evidenza che la fabbrica dei materiali conviene alla salute e all’ambiente, che è utile anche al sistema produttivo cominciare a “produrre” materie prime con il riciclo e diminuire la dipendenza dalle importazioni e dalle fluttuazioni (sempre in aumento) dei prezzi, ora si danno propriamente i numeri. Falsandoli e ingigantendoli, per gettare fumo negli occhi, confondere, fare paura.

Il presidente di Accam ci dica piuttosto se esistono fondi nel bilancio per la bonifica (che prima o poi dovrà comunque essere fatta) oppure ci spieghi perché non si sono fatti accantonamenti o magari perché sono stati ridotti o perché gli accantonamenti sono stati fatti sulla base di altre cifre ben inferiori agli 8 milioni oggi previsti. Ci illustri in base a quale legge una SPA deve ricapitalizzare visto che la legge dice che il capitale minimo deve essere di 50mila euro. Ci spieghi perché la continuità aziendale di Accam non può essere garantita con un trattamento dei rifiuti centrato sul recupero anziché sull’incenerimento. Ci dica perché mette solo ora in discussione, quando cittadini e sindaci stanno cominciando a capire l’utilità di cambiare strada, quanto realizzato dal gruppo di lavoro. Ci chiarisca le modalità dell’affidamento dei lavori che ci costringono a pagare una penale. Sono soldi pubblici, è la nostra salute, abbiamo diritto di sapere.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: